Il calcio è la vera “lingua comune” degli italiani, un collante ludico e culturale che – suppur nella diversità delle tifoserie – unisce tutti intorno ad un pallone. Vincere la Coppa del Mondo nel 2006 in Germania è stato per l’Italia un grande momento di unità, uno di quegli eventi che si raccontano per decenni a figli e nipoti dicendo soddisfatti “io c’ero!”.

Quelle emozioni, quelle paure, quel brivido per i rigori, quella felicità del risultato sono scritti, come se allora fosse oggi, nelle prime pagine che tutti i giornali quotidiani della penisola dedicarono all’evento sportivo nel giorno successivo alla vittoria.

L’evento “Azzurri in prima pagina” vuole dunque proprio offrire la possibilità di rivivere quelle emozioni, di ripercorrere quegli eventi festosi, tramite le prime pagine originali di tutti i quotidiani italiani di quel giorno, dal grande giornale nazionale al piccolo foglio locale.

Queste prima pagine, come muti testimoni oculari capaci di urlare il loro epico racconto, riaccenderanno la passione di quelle ore, di quella benigna follia collettiva che, per un giorno, innalzò all’onore degli altari sportivi i vincitori: gli Azzurri finiti in prima pagina, appunto.

news
dicono di noi
26/05/2010
Napolitano: “Sostenere il Museo del Quotidiano” Sostenere e diffondere l’attività del Museo del Quotidiano. E’ quanto auspica il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un messaggio inviato per l’inaugurazione della mostra “Azzurri in prima pagina”, che vede l’esposizione delle prime pagine originali di 80 quotidiani italiani che nel 2006 celebrarono la vittoria della Nazionale ai Mondiali di Calcio in Germania. Nel messaggio, il capo dello Stato ha auspicato che “l’originale panoramica offerta dalle prime pagine, riconfermando il valore culturale e sociale della carta stampata, contribuisca a sostenere e diffondere l’attività del Museo del Quotidiano nella sua missione di memoria storica del giornalismo”.
Vai alle news
Repubblica Roma 1/06/2010
Vai al dicono di noi